Social Selling: consigli alla vendita sui social media

Attualmente, la maggior parte delle strategie di vendita attraverso i social per i rappresentanti di vendita sono manuali. Passano il tempo a cercare di individuare i lead giusti sui canali social, valutando se sono lead qualificati e quindi di conseguenza interagendo con loro. 

Come dice la parola stessa infatti, si chiama social selling perché si tratta di connettere socialmente prima e vendere secondo . 

Inizieremo facendo un discorso generale e andando poi ad analizzare la vendita più adatta per ogni social.

Bisogna iniziare cercando di capire qual’è l’esito che volete ricevere. Scoprire il risultato desiderato ti darà un punto di partenza per costruire la tua intera strategia di vendita social.

Dopo aver compreso il risultato che speri di raggiungere, puoi passare all’individuazione del “chi”, il gruppo di individui che stai cercando di raggiungere. Il consiglio è quello di iniziare creando filtri sui social media usando parole chiave e frasi specifiche per identificare chi sta parlando della categoria di prodotti o servizi che stai cercando di vendere. 

Analogamente alle tradizionali campagne di marketing a goccia, è necessario impostare campagne di gocciolamento sui canali social per alimentare i lead con cui hai già avviato conversazioni o identificati come potenziali clienti potenziali. 

La fase finale e una tra le più importanti è quella di analizzare i risultati ottenuti. I lead di vendita sui canali social devono essere taggati in un gestionale in modo da poter monitorare i loro progressi attraverso l’intera canalizzazione di vendita. Questo ti aiuterà ad attribuire le entrate ai tuoi sforzi sociali e a calcolare entrate e risultati.

Ora passiamo alla lista dei migliori modi per vendere sui due social media più utilizzati oggi e cioè Facebook e instagram.

Il mercato di Facebook

Marketplace è stato progettato dopo che Facebook ha notato che tantissime persone all’interno del social, stavano usando la piattaforma per comprare e vendere oggetti.

Ecco quindi che lo scopo del Marketplace è quello di mantenere le transazioni locali in cui gli utenti possono accedere per trovare oggetti in vendita nelle loro immediate vicinanze. Inserire annunci in questa sezione è molto facile ed è più adatto per vendere artigianato e prodotti fatti in casa, prodotti di seconda mano (vanno per la maggiore in questa sezione) o semplicemente avere una vendita locale nella tua area geografica.

Il mercato di Instagram

Una delle parti migliori di Instagram è la sua qualità visiva. È più facile vendere quando le persone possono visualizzare il tuo prodotto in uso (sopratutto se l’uso viene fatto dall’influenzar di riferimento ma qui si aprirebbe tutta un’altra parentesi).

Se per alcuni utenti c’è la possibilità di creare delle storie che collegano direttamente al sito esterno con lo swipe up, con la nuova funzionalità shopping di instagram andato in atto ormai da qualche mese, cliccando sull’oggetto oltre a vedere il prezzo, si può accedere direttamente all’ecommerce dell’azienda.

Secondo le stime più attuali sembra che questa nuova versione stia funzionando molto bene per collegare il cliente direttamente alla vendita finale.

Secondo indiscrezioni, sembra che questo sia solo l’inizio per la piattaforma social. Di recente, Instagram ha creato un team di esperti di e-commerce per continuare a sviluppare funzionalità di acquisto nell’app.

Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Tutti i diritti sono riservati © 2019 - Powered by M-Adv Srls P. Iva 10839980967

Questo sito non e' una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità definita. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948