• Homepage
  • >
  • SEO
  • >
  • SEO : 3 errori che uccideranno il tuo ranking

SEO : 3 errori che uccideranno il tuo ranking

Siamo arrivati nel 2020 e ormai tutti puntiamo ai primi posti nei motori di ricerca. Dal tabacchino alla pizzeria di quartiere: tutti oggi vogliamo essere nella prima pagina.
Ecco perchè ora più che mai la vincono i contenuti qualitativi e le strategie. Ma quali sono gli errori seo da evitare? Nel nostro articolo vedremo nel dettaglio quali sono i 3 errori da evitare nella tua strategia di posizionamento.

ERRORE N.1 : Non avere nessuna strategia per i contenuti

Sembrerà una presa in giro come primo punto ma vogliamo proprio iniziare da qui. La mancanza di un approccio ottimizzato fa si che alcuni siti falliscano rispetti ad altri che li sorpassano. Contenuto scadente non può che provocare alti tassi di rimbalzo. E in questo i motori di ricerca ti puniranno distruggendo il tuo sito nelle classifiche.

La realizzazione di una strategia di contenuti non si basa solo sulle parole chiave. Ricorda queste domande nella creazione dei tuoi contenuti:
– qual’è il tuo messaggio principale
– qual’è la cosa importante per i tuoi visitatori che vuoi che appaia?
– cosa stanno cercando i tuoi visitatori?
– cosa ha da offrire il tuo sito in più rispetto agli altri?

Se non rispondi a queste domande, avrai un contenuto destinato a fallire.

ERRORE N. 2 : Scarse prestazioni del tuo sito web

La velocità del sito web è presa sul serio dai motori di ricerca. In questo punto considera anche la visualizzazione mobile sempre più utilizzata dagli utenti. Per tanto il tuo sito deve essere leggero e facile nell’accesso.

Per risolvere a questo problema esistono diverse soluzioni tecniche. Devi capire se il vero problema venga dai materiali caricati (immagini) o dalla grafica di sistema. In questo ti consigliamo l’aiuto di un esperto. Se il tuo sito non funziona non potrai arrivare da nessuna parte. Tantomeno nelle prime posizioni di Google.

ERRORE N.3 : Contenuto che nessuno condividerà

I contenuti rifondivisi sui social fanno parte della classificazione del tuo sito web all’interno dei motori di ricerca. Quindi l’unica maniera per avere un discreto successo sui social è nell’avere contenuti interessanti. Questo uno dei tre errori seo.
Fai una prova: leggi i contenuti del tuo sito ad un gruppo di persone a voce alta. Come risultano? Annoiati? Se lo sono,i tuoi contenuti non sono adatti o non sono scritti nella giusta maniera.

I tuoi contenuti devono avere una voce unica e contraddistinta rispetto agli altri presenti online. Solo in questo modo potrai formare una collegamento unico con i tuoi lettori. Parla con loro in maniera diretta e senza troppi giri di parole.

Questa fase richiede molto tempo. Ma se riesci a trovare la tua vena creativa unica, i tuoi contenuti ne risentiranno e così i tuoi lettori che saranno più fidelizzati.

Conclusioni : modifica il tuo sito per creare i migliori contenuti e strategie

Nel 2020 non puoi puntare su scorciatoie che possano funzionare nel lungo termine. I motori di ricerca sono sempre più attenti ai contenuti che vengono pubblicati così come gli utenti che ormai trascorrono online la maggior parte del loro tempo.

L’area Seo è molto cambiata e maturata e solo i migliori giocatori si possono permettere pedine di prima fila (tutti gli altri dalla seconda pagina in giù).
Se vuoi ottenere del traffico organico dovrai lavorare duramente.

Se ti rispecchi negli errori SEO elencati sopra, non preoccuparti. Hai ancora la possibilità per rifarti. Inizia già da oggi ad apportare le modifiche che ti abbiamo detto. Affiancati ai consigli di un esperto in campo seo e lascia che analizzi il tuo sito web per vedere se ci sono dei fattori che influiscono negativamente nella ricerca.

Previous «
Next »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Tutti i diritti sono riservati © 2019 - Powered by M-Adv Srls P. Iva 10839980967

Questo sito non e' una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità definita. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 e delle legge L. 47/1948