Cos’è Nudge: come Instagram ci suggerirà nuovi argomenti

0
24

Il nudge, è la nuova funzione di Instagram il quale ha preso spunto dalle teorie delle strategie di marketing. Infatti, la parola nudge significa colpetto o pungolo ed è la spinta gentile data alle persone per comportarsi i maniera adeguata in primis con sé stessi e poi con gli altri. Tutto questo serve per instradare gli utenti a una scelta che si vuole o che si presume sia quella migliore.

Tutto questo perché l’essere umano tende prende quasi sempre delle scelte che sono impulsive ed emotive, queste però sono l’esatto opposto del ragionamento. Infatti, proprio per questo se le emozioni hanno il sopravvento queste impediscono di vedere e di conseguenza fare errori.

La funzionalità nudge di Instagram, serve per indirizzare o interessare nuovi argomenti e nuovi contenuti soprattutto ai giovani. Semplicemente è una notifica che arriva e potrà essere vista quando l’utente si trova per troppo tempo nella sezione “esplora”. Questo non è tutto, la notifica apparirà anche se si visualizzano sempre gli stessi argomenti.

La piattaforma vorrà proprio invogliare l’utente a guardare nuovi argomenti che magari non si sapeva della sua esistenza. Quindi sarà possibile vedere dei nuovi post assolutamente con nessuna correlazione con quello che si è visto prima. Se si cliccherà sui post che sono stati suggeriti, la piattaforma rimanderà ad una nuova schermata di esplora.

Per avere la certezza di ciò un rappresentante della piattaforma Instagram ha dichiarato:

Scrollato un certo numero consecutivo di post sullo stesso argomento, indipendentemente da che argomento.

Qual è la funzione di Nunge Instagram

Come è stato anticipato, la funzionalità del nudge è quella di stimolare le persone a nuovi argomenti a nuovi questioni ma soprattutto ad altre realtà che esistono nel mondo e che magari non si sapeva di queste affermazioni. Questa funzione presta anche all’aiuto degli utenti nell’utilizzare al meglio il tempo, una sorta di educazione digitale per i giovanissimi, i quali passano molto tempo in questo social.

Infatti, in uno studio fatto all’estero è stato riscontrato che il 58% dei giovani ha un’esperienza positiva con questa funzionalità. Infatti, questa riesce a soddisfare i loro bisogni e organizzare al meglio il tempo speso nell’applicazione. Secondo Instagram 1 utente su 5 ha fatto tap sulla notifica ed ha cambiato argomento.

Questa funzione è stata molto utile anche per altri temi, infatti, Instagram ha creato dei nuovi tool che sono considerati dei nudge proprio per evitare questi attacchi. Inoltre, è in grado anche di capire quando un utente è intenzionato a lasciare un commento avverso e irruento. Ma non solo riesce anche a segnare all’utente di non farlo. La notifica che ricevono non è in grado di impedire che questo avvenga ma lo scopo è quello far fermare l’utente a ragionare e a far pensare a come quel commento potrà essere dannoso a quella persona.

Secondo Sameer Hinduja, docente di criminologia Florida Atlantic University, ha dichiarato:

Tutti noi cerchiamo di essere socialmente desiderabili. Mostriamo il meglio di noi, per piacere agli altri. É così, se è l’app stessa a dirci che quel che stiamo per postare non è in linea con gli standard di gentilezza e amabilità della community di cui si vuol far parte… è possibile che l’utente ci pensi due volte prima di postare un contenuto molesto, è possibile che lo cancelli o lo modifichi per renderlo più blando.

Come incentivare al meglio Nudge

Come è stato detto anche dai rappresentanti della piattaforma, questi nudge non faranno mai vedere argomenti da poter fare comparizioni, infatti, hanno dichiarato:

Non saranno mai suggeriti contenuti e argomenti che potrebbero portare a fare paragoni basati esclusivamente sull’apparenza fisica.

Hanno dato modo anche di segnalare se questi post possono nuocere o se lo trovano inadeguato e di prendersi una pausa e mettersi in modalità “riposo” se questo accada. L’azienda Meta ha voluto ribadire anche la loro intenzione di introdurre anche per i reels la funzionalità “riposo”. Per il momento solo in alcuni paesi è presente, ma piano piano la piattaforma ha l’intenzione di estendere questa modalità a tutti gli altri paesi con l’aiuto di esperti.

Infatti, l’azienda Meta ha sottolineato:

Rafforzare il benessere emotivo e l’immagine che hanno di sé, come per esempio i giovani che usano la piattaforma, e creare contenuti digitali responsabili.

Photo credits : Pixabay

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here